Interessante Lettera Ue Infrazione Italia Procedura Infrazione Ue Italia, Commissione, Debito Pubblico, Conti

Procedura infrazione Ue Italia, Commissione, Debito pubblico, Conti, Lettera ue infrazione italia

Argomenti Letterali Correlati a Lettera Ue Infrazione Italia

Interessante Lettera Ue Infrazione Italia Procedura Infrazione Ue Italia, Commissione, Debito Pubblico, Conti - "dobbiamo essere intervenuti in precedenza in alcuni paesi dell'eurozona perché il nuovo debito si è moltiplicato in modo eccessivo. Ora è troppo in ritardo per l'italia", ha incaricato wirtschaftswoche, spiegando l'intervento tardivo, in vista dello stato politico nazionale italiano. Se ora i guadagni della cittadinanza non hanno avuto conseguenze positive sul pil, l'imputato eccezionale è “quota cento”: “in parte elimina i tremendi esiti delle riforme pensionistiche e indebolisce la sostenibilità delle finanze italiane nel lungo periodo. Aumenta la spesa per le pensioni, eliminando le fonti dagli investimenti e dalla formazione, danneggia la squadra di lavoratori e il boom di capacità ". Infine, le riforme, su cui i gialli e i vegetariani hanno fatto" sviluppo limitato "cancellati dalla realtà di" essere tornati di nuovo " sulle principali riforme adottate oltre gli anni ".

Il concetto è stato poi ribadito con l'aiuto del ministro del sistema economico giovanni tria che, in un'intervista con il tg1, ha affermato che ora potrebbe esserci "un dialogo costruttivo con l'ecu" che ammonisce la commissione ue dalla verità che "quota cento e cittadinanza del reddito "non contattarsi ora. Com'è stato presentato in anticipo oggi con l'aiuto del primo ministro italiano giuseppe conte e del vice primo ministro di maio e salvini, l'italia ora non attuerà alcuna misura correttiva perché le stime moderne tenute con l'aiuto del governo forniscono uno sviluppo del deficit.

Allo stop del report c'è l'avvio del sistema per la procedura del debito italiano, un modo per includere i rischi e per salvare salvini e di maio dal mettere in pericolo gli stati uniti e la zona euro. Non sarà più un'azione immediata. "L'italia non ha ora rispettabile la regola del debito e un sistema è giustificato, ma oggi non stiamo iniziando la tecnica a causa del fatto che gli stati membri devono prima specificare se stessi", ha affermato il vp della tassa ecu valdis dombrovskis, ricordando che il query supererà il sistema, perché "boom è una specie di posta in gioco".

"non rimpiango nulla. La situazione contemporanea è diversa da quella dell'autunno finale. Nelle situazioni in cui la decisione corretta si è trasformata in presa. La situazione dei giorni nostri è specifica: l'italia non ha rispettato lo sconto sul debito e i requisiti della prevenzione braccio. Il criterio del debito non è più stato rispettabile e per questo motivo l'apertura del modo è giustificata ". Di conseguenza ha dichiarato il commissario europeo per gli affari monetari pierre moscovici.